VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0.0/5 (0 voti ricevuti)

Roma – Italia

Difficilmente qualcuno potrebbe pensare che un ascensore sia un buon posto per coltivare qualunque cosa e forse, proprio per questo, un diciottenne romano lo aveva scelto per la sua piantagione di marijuana.

Ma lo stratagemma non è bastato per non essere scoperto: il giovane, pregiudicato, è stato arrestato con l’accusa di coltivazione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

G.D. è stato infatti colto in flagranza di reato dalla polizia,  proprio mentre accudiva le sue cinque piantine di marijuana, nascoste nel vano motore dell’ascensore del palazzo dova abita, sulla romana via Aurelia.

pianta-marijuana-in-ascensore

Per scoprire il nascondiglio, gli agenti non hanno dovuto che attendere che il giovane entrasse nel nascondiglio per prendersi cura delle piantine.

Bloccato mentre stava spargendo del fertilizzante, per il 18enne è scattata la perquisizione dell’abitazione, dove teneva tutto il necessaire del perfetto “giardiniere”: da riviste specializzate sulla coltivazione della marijuana, a semi, un kit per la misurazione del ph delle piante e anche due agende, in cui annotava orari e settimane in cui effettuare annaffiature e raccolti.

L’inventiva di questo ragazzo, circoscritta al luogo dove coltivava la marijuana, probabilmente non ha eguali. Per il resto lasciamo ogni commento a voi cari lettori.

Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •