VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/5 (1 voti ricevuti)

Italia

Spesso si sente parlare di pornografia e dei tanti scandali che ci stanno dietro a questo mondo pieno di trasgressione. Il contrario della pornografia è l’erotismo in quanto obbligatoriamente include anche il sentimento.

airbed materasso gonfiabile

La semplificazione a volte porta a pensare che l’erotismo sia ciò che è celato mentre il porno ciò che si vede.

come aumentare il seno

In realtà questa idea è assolutamente sbagliata. Infatti non dobbiamo illuderci del fatto che sia la quantità di dettagli a fare la differenza, bensì quella di trasporto, sentimento e vita vera che c’è dentro.

tablet omaggio altroconsumo

L’attrazione è una delle pulsioni più antiche e, chi rappresenta la vita erotica degli esseri umani, si mette anch’esso a nudo perchè pronto a provarla.

Il romanticismo, l’attaccamento, la voglia, il desiderio, il languore, l’amore, l’intimità. La verità.

Un artista italiano, Riccardo Mannelli, con i suoi dipinti scava dentro l’erotismo, senza glamour, senza veli, per portare allo spettatore il corpo come è in realtà senza nessun stereotipo.

Gli atti sessuali tra gli esseri umani, sono in realtà atti d’amore e niente è idealizzato, ma nemmeno brutalizzato.

E per l’artista (giustamente) il tutto va visto così com’è. Con i peli, i tatuaggi sbiaditi, le forme reali, gli sguardi, la testa affondata nel corpo altrui.

In molte sue opere sia ha l’impressione quasi che i corpi vogliano fondersi insieme tra loro e tutto in queste opere è reale, abbracciando anche l’imperfezione, che rende tutto assolutamente reale.

garcinia cambogia funziona davvero
rhino correct naso rinoplastica

dipinti con immagine erotiche dipinti ed erotismo erotici dipinti pittore

quadri dipinti erotici quadri erotici dipinti riccardo mannelli artista arte ed erotismo dipinti erotismo ed arte artista riccardo mannelli

I dipinti erotici che mostrano la vera natura dell’intimità, 5.0 out of 5 based on 1 rating
loading...
Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •