VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 3.4/5 (5 voti ricevuti)

Canada – Stati Uniti

Direttamente dal Canada, precisamente dalla più occidentale delle province canadesi ovvero la Columbia Britannica, arriva la notizia del primo genitore al mondo che ha deciso, sotto propria richiesta, di non assegnare al proprio figlio un sesso ufficialmente, motivo per cui gli è stato rilasciato un tesserino sanitario, il primo documento pubblico di questo genere, che di fatto non ha specifiche sul sesso del bambino, nè maschio nè femmina.

Per stessa ammissione del genitore sarà suo figlio stesso che da grande, nella massima libertà, capirà da solo in quale genere identificarsi.

Il nome del piccolo è Searyl Alti e la richiesta è stata fatta del genitore, Kori Doty, che si definisce un essere umano di genere non binario o gender-queer, cioè che sostanzialmente non riconosce la sua identità di genere come esclusivamente maschile o femminile (i gender-queer possono riconoscersi in un terzo genere altro, né in quello maschile né in quello femminile, in entrambi o in una combinazione dei due).

Searyl è stato partorito da Doty a novembre e dal momento che il genitore (la mamma possiamo dire dal momento che è stata lei a partorirlo) ha chiesto di non specificare nel documento il sesso del bambino, di fatto le autorità locali non hanno potuto emettere un certificato di nascita, dove è indicato il sesso, ma hanno comunque rilasciato al genitore il tesserino sanitario dove, nel campo in cui va identificato il sesso, c’è una U che può significare sia “unassigned” (non assegnato) che “undetermined” (non determinato).

Doty ha spiegato e dichiarato che il suo unico obiettivo è quello di “cambiare il modo in cui veniamo identificati, a partire dal certificato di nascita”. Dovrà essere col tempo il proprio figlio/a a decidere a quale sesso appartenere.

A sostenere la scelta di Doty troviamo la Gender-Free ID Coalition, un’organizzazione che naturalmente è assolutamente contraria ad assegnare alla nascita un genere in base al sesso, visto che potrebbe non coincidere con il genere in cui le persone si identificheranno da adulte.

La stessa Doty, insieme ad altre otto persone, hanno chiesto di poter cambiare il sesso identificato all’interno dei loro certificati di nascita, e per questo si sono rivolti alla Corte dei diritti umani della British Columbia.

Kory sta attraversando un percorso per diventare uomo, è un transgender non binario, cioè non si identifica né come maschio né come femmina.

Il primo bambino ufficialmente al mondo né maschio né femmina, 3.4 out of 5 based on 5 ratings
Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •