VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0.0/5 (0 voti ricevuti)

Salinas – Caraibi

A Salinas, in un villaggio della Repubblica Dominicana, a causa di un rarissimo disturbo a livello genetico, a circa 12 anni una bambina su 90 “cambia sesso” per via della tardiva comparsa di pene e testicoli.

airbed materasso gonfiabile

Di fatto queste bambine, che fino a quel momento hanno vissuto da donna, si trovano davanti ad una trasformazione unica, essendo a tutti gli effetti degli uomini.

come aumentare il seno

La BBC ne ha parlato di recente attraverso un suo documentario «Countdown to life: the extraordinary making of you».

tablet omaggio altroconsumo

La trasformazione, con la crescita del pene e i testicoli che scendono, coincide con il periodo di pubertà.

Alla base del disturbo genetico l’assenza di un enzima (5-alfa-reduttasi (5-ARD)) che pemette, già a partire da quando il feto si trova all’interno della pancia della mamma, la produzione e lo sviluppo di un ormone tipicamente maschile, il dido-testosterone.

A causa di questa mancanza genetica alla nascita i neonati sembrano femmine. Dal punto di vista di aspetto esteriore i bimbi non hanno nè testicoli nè pene.

Ciò che si vede è un qualcosa che sembra un vagina ma che di fatto non lo è assolutamente. Nel tempo il testosterone aumenta, con l’avvento della pubertà, il pene cresce e i testicoli scendono.

garcinia cambogia funziona davvero

L’enzima mancante blocca il processo naturale che prevede, a circa otto settimane, il fatto che i neonati maschi con cromosoma Y cominciano a produrre didro-testosterone in quantità elevate.

In questo modo nei neonati maschi il tubercolo diventa pene, mentre nelle femmine diventa clitoride.

Uno shock per le bambine che si trovano dall’oggi al domani a dover affrontare un qualcosa di incredibile: il passaggio da una vita da bambina a quella di uomo.

Ormai nel villaggio questo fenomeno è ampiamente conosciuto quindi la transizione di sesso non è vista in maniera strana.

Fino a quando non si è sicuri effettivamente se si tratta di uomo o donna i bambini vengono chiamati “guevedoces” o “machiembras”.

Il termine “guevedoces” per l’appunto si traduce in pene a 12 anni, mentre con “machiembras”, si indica il fatto che sessualmente si è prima donna e poi uomo.

La storia di Felicita…. poi diventato Johnny

Nel documentario della BBC tra le varie storie viene raccontata quella di Johnny che in realtà, quando è nato, fu chiamato Felicita.

Johnny fino alla scoperta di essere in realtà un uomo ha vissuto come una classica bambina.

Il processo di cambiamento è iniziato quando Felicita aveva 7 anni, con i primi segnali che qualcosa era ben diverso dal fatto di essere una femmina.

“Ricordo che quando sono nato non sapevano di che sesso fossi, ma andavo a scuola con la gonna. Indossavo spesso un abito rosso, ma non mi piaceva vestirmi come una ragazza.”, ha dichiarato Johnny.

E continuando “Quando mi hanno comprato giocattoli da femmina non ci ho mai giocato, preferivo giocare con i ragazzi”.

Il processo di “trasformazione” di Johnny, che oggi ha 24 anni, è stato abbastanza lungo.

Al di là della comparsa di testicoli e pene, queste bambine, fino a quando non scoprono di essere in realtà dei maschetti, svolgono in tutto e per tutto una vita da femmine.

La trasformazione da bambina a bambino non è solo fisico ma anche mentale.

rhino correct naso rinoplastica

Se per quello fisico ad aiutare è la natura, per quello mentale non sempre è facile passare dall’oggi al domani da femmina a maschio, con tutto ciò che ne consegue.

loading...
Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •