smartphone omaggio regalo
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0.0/5 (0 voti ricevuti)

Tutto il mondo

Alcuni segreti dell’eros femminile sono caduti davanti alla lente degli scienziati: un importante studio britannico ha infatti scoperto come funziona il meccanismo dell’eccitazione “in rosa” e ha messo a punto una molecola capace di accenderla, spianando di fatto la strada a un medicinale in grado di candidarsi al ruolo di Viagra rosa.

aloe ferox curiositaeperche.it
garcinia cambogia funziona davvero

La molecola in questione si chiama UK-414,495 e, secondo la ricerca pubblicata sulla rivista scientifica British Journal of Pharmacology, si attiva per effetto della stimolazione del nervo pelvico, aumentando l’afflusso di sangue ai genitali femminili: in questo modo determina il “risveglio” della passione sopita di lei. Come rivela il lavoro condotto da Chris Wayman presso i laboratori della Pfizer a Sandwich nel Kent, gettano nuova luce su un problema molto diffuso e per tanti aspetti ancora misterioso.

come aumentare il seno

viagra donneIl disturbo dell’eccitazione sessuale riguarda infatti fino al 40% delle donne indipendentemente dall’età dei soggetti e consiste nell’incapacità o nella difficoltà nel raggiungere o mantenere un’eccitazione sessuale normale in risposta ai giusti stimoli.

smartphone 2 euro

Il problema è spesso associato al disturbo del desiderio e a quello dell’orgasmo: pur essendo un deficit di impatto rilevante sulla qualità della vita della persona e della coppia, le sue cause sono fino a questo momento poco conosciute e ancora meno comprese.

I ricercatori però hanno ora scoperto che la causa di tutto sta nel nervo pelvico, la terminazione che innerva il colon e la vescica. In seguito a una adeguata stimolazione, il nervo attiva la molecola vasodilatatrice VIP, che a sua volta  dilata i vasi dei genitali femminili e dà avvio all’eccitazione.

rhino correct naso rinoplastica

La molecola UK-414,495, concludono gli esperti, è solo un prototipo e per questo motivo non può ancora essere sviluppata come farmaco: si tratta comunque di un passo avanti importante perché una molecola simile potrebbe essere candidata a principio attivo del Viagra al femminile.

Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •