VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/5 (1 voti ricevuti)

Irkutsk – Russia

Potreste non credere alle casualità ma se dei minatori della regione di Irkutsk, in Russia, trovano una grossa pepita d’oro, rassomigliante ad un orecchio di un demone, sono tutto tranne che felici del ritrovamento.

airbed materasso gonfiabile

Ed è proprio quello che è successo ai minatori che hanno trovato quello che per molti è stato classificato l’orecchio di un demone che non ha reso felici coloro che l’hanno ritrovato, rendendoli addirittura inquieti da quel giorno del ritrovamento.

come aumentare il seno

Ma perchè così tanta paura e superstizione? La pepita d’oro è stata ritrovata di venerdì 13, in una notte di luna piena, e il suo peso è di 6664 grammi, ricordando molto il numero del demonio. Casualità che farebbero rabbrividire anche i meno superstiziosi.

tablet omaggio altroconsumo
garcinia cambogia funziona davvero

Subito, i minatori hanno iniziato a chiamare la pepita “l’orecchio del diavolo“, e le sue immagini stanno facendo il giro del mondo.

pepita oro orecchio del diavolo orecchio del diavolo pepita

Va detto che quella di soprannominare le pepite più grandi ritrovate è una pratica piuttosto comune: una delle più massicce mai trovate (62 kg) ad esempio era stata battezzata “il grande triangolo”.

Dopo un primo momento di disagio, però, i minatori sono diventati più positivi per il ritrovamento, anche perché è diffusa la convinzione che le pepite non si trovino mai da sole ma vadano almeno a coppie, ecco quindi che sperano in un altro colpo di fortuna, in un’altro “orecchio del diavolo.”

rhino correct naso rinoplastica

La pepita è stata ritrovata da qualche giorno quindi non sappiamo se effettivamente porterà del male ai ricercatori ma speriamo per loro che tutto questa superstizione non venga confermata…. dai fatti!

Pepita d’oro soprannominata l’orecchio del diavolo ritrovata di venerdì 13, in una notte di luna piena e pesa 6664 grammi, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •