VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/5 (1 voti ricevuti)

Svezia

Una delle invenzioni che potrà essere molto utile nel futuro, visto l’aumento della popolazione mondiale e il sempre maggiore sperpero di acqua potabile, è sicuramente quella realizzata da uno staff di ingegneri svedesi, capeggiato da Andreas Hammar, ovvero un macchinario che converte il sudore degli abiti in acqua potabile.

L’idea per la realizzazione di questo strumento tecnologico è venuta da un sistema già utilizzato dalla NASA, ma migliorata per questo tipo di lavorazione. Gli abiti sudati vengono introdotti in un essiccatore che li comprime al massimo, recuperando tutto il liquido impregnato, il quale viene raccolto ed esposto alla luce UV per uccidere eventuali batteri, per poi passare attraverso particolari filtri ad osmosi per eliminare i sali.

Secondo questi ricercatori la parte più complessa del progetto è stata proprio la realizzazione del sistema di purificazione da questi sali per ottenere un prodotto che rispecchiasse tutti i parametri di potabilità.

sweat machine macchina sudore acqua sudore sweat machine sudore abiti

Da questo macchinario, ovviamente, non si possono ricevere grandi quantità di acqua potabile ma, l’obiettivo del sistema è far riflettere le persone sull’importanza di questo bene prezioso e che da la vita a miliardi di individui nel mondo.

Uno strumento così lo avevamo visto nei vecchi film di fantascienza ma adesso la “Sweat Machine” esiste veramente e produce un liquido cristallino come quello che esce dai rubinetti di casa nostra.

L’Unicef fa notare che al mondo esistono qualcosa come 800 milioni di persone che ancora non hanno accesso ad acqua pulita.

Speciale macchina che trasforma il sudore in acqua potabile, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •