VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/5 (2 voti ricevuti)

Italia

Il tanto atteso bonus mobilità e sostenibilità di massimo 500 euro, valido per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita e di veicoli per la micromobilità elettrica quali monopattini elettrici , hoverboard e segway, o per l’utilizzo dei servizi di sharing mobility ad uso indivisuale, è stato finalmente ufficializzato dal Governo Italiano con tanto di pubblicazione sul sito ufficiale del governo italiano .

Andiamo a vedere nel dettaglio, come funziona il bonus mobilità, chi può richiederlo e a chi quindi spetta, quali sono le condizioni compreso le città metropolitane, quali modelli sono acquistabili e che rientrano nel bonus e quali sono le modalità per richiedere il rimborso.

Troverete anche dei nostri consigli utili per alcuni acquisti su prodotti TOP, quali i migliori monopattini elettrici e le migliori biciclette elettriche pieghevoli da comprare.

Bonus Mobilità per bici e monopattini: Come Funziona e a chi spetta

Saranno rimborsabili le spese sostenute a partire dal 4 Maggio 2020 fino al 31 Dicembre 2020: quindi la valenza ai fini del bonus è retroattiva, per l’appunto a partire dal 4 maggio 2020, inizio della Fase 2 in tema Coronavirus.

L’incentivo sarà accessibile per coloro che acquisteranno o hanno acquistato (non prima del 4 maggio) una bicicletta classica, una bicicletta a pedalata assistita, veicoli per la micromobilità elettrica quali segway, hoverboard, monopattini e monowheel elettrici, nonchè l’utilizzo dei servizi di sharing mobility.

La domanda più diffusa che ci si fa è: possono usufruire solo i cittadini in comuni sopra è 50000 abitanti? La risposta è NO !

I destinatari del buono devono essere maggiorenni e residenti (non vale il dominicilio) in capoluoghi di Regione (anche sotto i 50000 abitanti), Città Metropolitane (anche sotto i 50000 abitanti), capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50000 abitanti) e nei Comuni con popolazione superiore a 50 mila abitanti. Si avrà diritto al bonus (e rimborso) pari al 60% del prezzo pagato per il prodotto o il servizio fino ad un massimo di 500 euro.

Esempi pratici di rimborso per meglio capire:

Esempio 1: Acquistiamo una bici o un monopattino elettrico da 900€, avrò diritto all’intero importo di 500€ e quindi pagherò alla fine solo 400€. Discorso identico se spendiamo cifre superiori da 1000€ o 1500€: il rimborso massimo sarà sempre di 500€

Esempio 2: Acquistiamo una bici o un monopattino elettrico da 500€, avremo diritto al 60% dell’importo come rimborso, quindi a 300€ di rimborso/bonus. Alla fine pagheremo il prodotto solo 200€.

ATTENZIONE: Questo bonus è ANCHE cumulabile con un secondo bonus già annunciato nel Decreto Clima che prevede l’erogazione, fino a esaurimento risorse pari a 180 milioni di euro, di 1500€ (autovettura) o 500€ (ciclomotore) per i residenti nei comuni con più alta concentrazione di smog (interessati dalle procedure di infrazione comunitaria n. 2014/2147 del 10 luglio 2014 o n. 2015/2043 del 28 maggio 2015) che rottameranno entro dicembre 2021, autovetture omologate fino alla classe Euro 3 o motocicli omologati fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 a due tempi. Il bonus a cui si ha diritto è possibile, entro i 3 anni successivi (scadenza Dicembre 2024) utilizzarlo per l’acquisto, da parte anche di persone conviventi, di abbonamenti al trasporto pubblico locale e regionale, biciclette (anche a pedalata assistita) e di veicoli per la micro-mobilità-elettrica.

Quali sono le città metropolitane?

Come detto in precedenza è stato chiarito che rientrano, al fine del rimborso di massimo 500 euro, anche tutte le persone che risultano residenti presso le città metropolitane. Per città metropolitane si intendono tutti quegli enti territoriali che, con la loro vasta area, includono più comuni. Dunque, per città metropolitana ci si riferisce a tutti i comuni appartenenti quindi ad essa.

Al momento le città metropolitane che sono state ufficialmente istituite sono ben 14 (per ciascuna tra parentesi i comuni)

  • Roma (121 comuni)
  • Milano (133 comuni)
  • Napoli (92 comuni)
  • Torino (312 comuni)
  • Palermo (82 comuni)
  • Bari (41 comuni)
  • Catania (58 comuni)
  • Bologna (55 comuni)
  • Firenze (41 comuni)
  • Venezia (44 comuni)
  • Genova (67 comuni
  • Messina (108 comuni)
  • Reggio Calabria (97 comuni)
  • Cagliari (17 comuni)

Quali sono i veicoli acquistabili: cosa si può comprare con il bonus ?

Giustamente a questo punto vi starete chiedendo quali sono i dispositivi che rientrano nel bonus mobilità da massimo 500€ e su cui poter avere il 60% di rimborso. Lo stano Italiano per l’anno 2020 ha stanziato un fondo di 120 milioni di euro.

Non è ammissibile l’acquisto di accessori (caschi, batterie, catene, lucchetti, ecc.) per richiedere il bonus.

E’ possibile acquistare bici o veicoli usati? SI, possono essere acquistati veicoli usati per la mobilità personale e bici usate.

Ecco tutte le classi di prodotti e servizi:

Come richiedere il bonus per i dispositivi elettrici che rientrano nel decreto ?

Indubbiamente una delle classiche domanda è come richiedere il bonus bicicletta (o di altro apparato) del decreto Rilancio. Le modalità di rimborso per avere il bonus mobilità di massimo 500€ sono sostanzialmente due.

  • MODALITA’ DI RIMBORSO FASE UNO (dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web)

Per ottenere il contributo basterà conservare il documento giustificativo di spesa (fattura con indicato l’intestatario del prodotto, compreso di codice fiscale e l’importo speso, NON basta il semplice scontrino) e, non appena sarà on line, accedere tramite credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) sull’applicazione web che è in via di predisposizione da parte del Ministero dell’ambiente e accessibile anche dal suo sito istituzionale.

ASPETTO MOLTO IMPORTANTE: dal momento che ci sarà l’identificazione tramite SPID, la fattura nominale è fondamentale per l’identificazione corretta della persona che andrà a richiedere il bonus mobilità.

  • MODALITA’ DI RIMBORSO FASE DUE (dal giorno di inizio operatività dell’applicazione web)

Quando l’applicazione web del Ministero sarà operativa (entro e non oltre 60 giorni dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale) il buono mobilità di massimo 500 euro potrà essere fruito attraverso un buono spesa digitale che i beneficiari potranno generare direttamente sull’applicazione web (sulla falsa riga, per chi ne avesse avuto la necessità di approfittare, di quanto accade per il rimborso delle 30€ per i sistemi antiabbandono bambini su amazon o su qualunque altro store autorizzato). In questa fase si potrà comprare, ai fini del rimborso, da qualunque store

In pratica gli interessati dovranno indicare sulla piattaforma il mezzo o il servizio che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono spesa elettronico da consegnare ai fornitori autorizzati, insieme al saldo a proprio carico, per ritirare il prodotto acquistato o godere del servizio di sharing a uso individuale a cui si vuole aderire. E’ previsto lo sconto diretto da parte del fornitore del bene/servizio richiesto. In questa fase si potrà comprare , ai fini del rimborso, SOLO dai convenzionati/autorizzati presenti nell’applicazione web.

Posso acquistare la Bici in qualsiasi Negozio?

  • Per la FASE 1 puoi acquistare la bici o il veicolo per la mobilità personale in qualsiasi negozio. Basta che venga rilasciata la fattura.
  • Nella FASE 2, sulla piattaforma che sarà rilasciata e comunicata attraverso il sito del Ministero dell’Ambiente (www.minambiente.it) sarà pubblicato l’elenco di tutti i negozianti aderenti all’iniziativa.

E’ possibile acquistare la bici o il veicolo della mobilità personale su un sito online di un azienda straniera ?

SI (in fase 1) ma è comunque necessario ottenere sempre una fattura, anche in lingua inglese, che abbia però tutte le voci di una fattura italiana.

Che periodo di validità ha il buono emesso?

I buoni di spesa devono essere utilizzati entro 30 giorni dalla relativa generazione, pena l’annullamento.

Cosa comprare e dove acquistare i prodotti ? Perchè acquistare subito?

Il nostro consiglio è di acquistare, sin da subito, i prodotti sulle catene di elettronica del territorio Italiano, sui negozi che siano specializzati nel settore purchè abbiano sede in Italia e i prodotti venduti e spediti da Amazon. Se comprerete da questi canali indicati sarete sicuri di poter ottenere una fattura che sia valida ed accettata ai fini del rimborso di massimo 500 euro.

Per la FASE UNO è stato chiarito che è possibile acquistare anche da Store cinesi (Geabest, Banggood, Aliexpress, Alibaba, etc), purchè gli store rilasciano regolare fattura, anche in lingua inglese, che abbia però tutte le voci di una fattura italiana.

Il nostro consiglio è comunque, nel limite del possibile, di preferire sempre gli store come Amazon o comunque italiani, per non avere problemi con fatture da siti stranieri poi non idonee.

Perchè vale la pena valutare di acquistare subito i prodotti ?

Dai primi check e andamenti , dal momento in cui hanno ufficializzato la possibilità di poter accedere la bonus da massimo 500 euro, ci siamo accorti che su alcuni prodotti, i prezzi sono in aumento.

Il fatto che il bonus avrà efficacia retroattiva, per tutti gli acquisti dal 4 maggio 2020 in poi, riteniamo che sia il momento giusto per sfruttare il bonus per due motivi principalmente:

  • più passa il tempo è maggiore è il rischio che alcuni store comincino ad alzare i prezzi , rendendo di fatto meno conveniente la possibilità di poter usufruire del bonus
  • la disponibilità dei prodotti negli store sta cominciando a diminuire e già alcuni sono andati sold out dopo appena un giorno!
  • nella fase due potreste acquistare i prodotti solo dai negozianti/store online convenzionati

Per sfruttare il bonus basterà semplicemente conservare la fattura di acquisto del prodotto e, non appena ci sarà la piattaforma del Ministero online disponibile, richiedere il rimborso online!

Guida all’acquisto: Quali sono i 5 migliori monopattini elettrici ?

Scegliere il miglior monopattino elettrico del 2020 non è difficile e, se seguirete la nostra guida all’acquisto e la classifica dei 5 migliori monopattini elettrici, sicuramente farete la scelta giusta.

Xiaomi Mi Scooter M365 in Italia è stato il primo monopattino elettrico di qualità che è diventato molto popolare. Questo monopattino si presenta con una struttura decisamente robusta e risulta molto facile guidarlo e gestirlo. Monta un motore da 250w e raggiunge la velocità massima di 25 km/h. Per quanto riguarda l’autonomia, ufficialmente Xiaomi dichiara un autonomia e percorrenza di 30 km ma, di fatto, potrebbe esserci uno sfrido di circa 1 km in quanto l’autonomia reale, dipende da vari fattori, tra cui sicuramente il peso della persona che lo usa, il tipo di asfalto che andremo a percorrere, ma anche la tipologia di guida che si tiene nell’usarlo. L’energia viene generata anteriormente dal motore durante le fasi di decelerazioni. Da segnare un aspetto molto importante, ovvero l’affidabilità alta del freno a disco posteriore. La gestione del dispositivo avviene anche tramite app. Il suo peso è di circa 12.5 kg. Xiaomi Mi Scooter M365 il monopattino elettrico originale e famoso.

Pro: Facilità nel reperire in tantissimi siti eventuali parti di ricambio; gestione tramite app molto semplice e ottimale; potente faro anteriore e alta affidabilità nel freno a disco posteriore

Contro: Parafango risulta molto delicato, quindi massima attenzione

Xiaomi M365 Pro è la versione successiva e rivista del precedente modello Xiaomi Mi Scooter M365. Dal punto di vista visivo non ci sono tantissime differenze estetiche tra i 2 modelli. In questo modello Pro è stata rafforzata la potenza delle batterie sotto la pedana, portando in questo modello un autonomia complessiva di 45 km. Come per il precedente modello rimane invariata la velocità massima fissata sui 25 km/h (in linea tra l’altro con quanto previsto dai limiti di legge). Nonostante la velocità è identica, in questo modello risulta più precisa e decisa la fase di accelerazione. La gestione avviene sempre tramite applicazione su Smartphone (sia Android che iOs), da cui è possibile anche selezionare le diverse modalità di guida ed eventualmente, se si desidera, anche attivare l’antifurto. Dal punto di vista visivo e funzionale, in questo modello Pro troviamo in più, rispetto al basic precedente, un display sul manubrio , da cui sarà possibile tenere sotto controllo sia la velocità che la percentuale di carica residua del monopattino elettrico. Il suo peso è di circa 14.2 kg. Xiaomi M365 Pro tra i monopattini elettrici il più equilibrato.

Pro: Autonomia aumentata del 50% rispetto al modello Basic, migliorato il telaio che risulta essere ancora più robusto, migliorato e maggiorato il freno a disco posteriore.

Contro: Parafango risulta molto delicato, quindi massima attenzione. Ruote con camera d’aria

 

Segway Ninebot ES1 (Segway per chi non lo sapesse è stata acquisita nel 2015 da Xiaomi) andando a vedere caratteristiche e prezzo, possiamo dire che è il monopattino elettrico dal miglior rapporto qualità / prezzo, qualora non si voglia spendere oltre una certa cifra. Rispetto ai modelli precedenti, la posizione delle batterie è diversa e si trovano sul manubrio. Aspetto interessante, che ne facilità la gestione e il trasporto è il peso ridotto di appena 11 kg per questo monopattino elettrico. L’ammortizzatore è presente nella ruota anteriore. Completa la struttura una luce potente posta sul maubrio, utile ad illuminare la strada e il percorso che si sta effettuando. La casa madre dichiara un autonomia di 25 km ma la velocità massima su questo modello si ferma a soli 20 km/h (ben 5 km/h in meno rispetto ai 2 modelli precedenti). Segway Ninebot ES1 il  più economico e leggero tra i monopattini elettrici.

Pro: Ottimo il rapporto qualità prezzo, peso ridotto di appena 11 kg e presenza di ammortizzatori anteriori.

Contro: Ridotta ad appena 20 km/h la velocità. Ruote con camera d’aria

Segway Ninebot ES2 è indubbiamente tra i vari monopattini elettrici quello più comodo se si usa in città. Rispetto al modello precedente ES1 è stato migliorato l’aspetto legato all’amortizzazione che passa, dal singolo ammortizzatore anteriore, al doppio ammortizzatore sia anteriore che posteriore della ruota. Questo doppo ammortizzatore comporta nei test concreti su strada un agevolazione nella guida che risulta essere più confortevole, a maggior ragione in areee più dissestate. Grande novità in questo modello: non è presente nessuna camera d’aria in quanto le ruote sono piene , andando a risolvere il problema o eventuali rischi di forature. Medesima autonomia pari a 25km come nel caso dell’ES1 ma migliorata lal velocità massima pari a 25 km/h. Segway Ninebot ES2 il monopattino elettrico migliore ammortizzato.

Pro: Ammortizzatore posteriore e anteriore per una migliore stabilità e sicurezza, ruote piene senza camera d’aria

Contro: Autonomia ridotta a soli 25km

Segway Ninebot Max G30 è il monopattino elettrico quasi perfetto dove, trovare dei veri difetti non è facile. Uno dei punti un pò cosi cosi è legato al peso, pari a 18 kg, che lo posizionano in una fascia alta per peso, rispetto ad uno standard più bassi come i precedenti modelli. La struttura generale del monopattino risulta robusta con installato la classica pedana, che risulta essere larga e comode per poter far entrare agevomente i piedi. Novità anche per quanto riguarda la dimensioni delle ruote che sono di 10 pollici . Grazie alla dimensioni delle ruote e alla robustezza, la guida risulta essere confortevole su tutti i terreni. Top anche per l’autonomia dichiarata da ben 65 km. Potente motore da 350W, con potenza di picco di 750W. che permette un accelerazione immediata. Segway Ninebot Max G30 il migliore in assoluto tra tutti i monopattini elettrici.

Pro: Autonomia TOP da ben 65 km, facilità di manovra e rapida accelerazione, ruote più grandi da 10 pollici

Contro: pesante a causa dei suoi 18kg (anche se la gestione generale è ottimale)

Guida all’acquisto: Quali sono le migliori biciclette elettriche da comprare ?

Se per i monopattini elettrici la soluzione e la classifica dei 5 migliori è stata molto facile, dal nostro punto di vista, capitolo a parte va citato per le biciclette elettriche. Qual è la migliore bicicletta da comprare per il bonus da 500 euro?

Per queste il panorama di scelte è molto ampio. Al momento volutamente non andremo ad indicare eventuali dispositivi acquistabili da siti esteri tipo Gearbest , Banggood o Aliexpress per i motivi di cui vi abbiamo già anticipato sopra in quanto non potranno usufruire dei bonus mobilità.

Il nostro consiglio per stare tranquilli è di guardare la sezione dedicata su Amazon di bici elettriche dove è possibile visualizzare tantissimi prodotti in offerta.

In alternativa andare a visualizzare le categorie di sotto specifiche per i prodotti che possono accedere al bonus e al rimborso che abbiamo selezionato qui sotto per voi:

Monopattini Elettrici bonus

Segway bonus

Biciclette Elettriche ed e-bike bonus

Biciclette tradizionali a trazione muscolare bonus

Biciclette a pedalata assistita bonus

Di seguito alcuni nostri consigli generali su prodotti a nostro avviso interessanti per tutti i gusti e le tasche!

Bonus mobilità da 500€ per bici , monopattini elettrici e non solo, 5.0 out of 5 based on 2 ratings