smartphone omaggio regalo
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0.0/5 (0 voti ricevuti)

Tutto il mondo

Ormai l’uso delle cartine geografiche è quasi andato in disuso grazie anche all’avvento della tecnologia.
Grazie a Google Maps e i navigatori GPS a portata di smartphone e tablet, le mappe tradizionali sono ormai finite in soffitta o ancora peggio sono state buttate perchè non più oggetto di uso quotidiano.

aloe ferox curiositaeperche.it

Senza dubbio le mappe digitali per praticità e facilità di utilizzo sono sicuramente una felice evoluzione per l’essere umano perchè più comode da consultare.
Se da un lato le mappe tradizionali sono in disuso dall’altro le mappe continuano ad essere protagoniste del mercato dell’arte. Ad esempio l’anno scorso oltre 70 mila persone hanno visitato l’annuale European Fine Art and Antiques Fair di Maastricht, in Olanda, dove è possibile vedere e acquistare mappe antiche e rarissime.

come aumentare il seno

Grazie all’annuale d’arte è stato possibile scoprire curiosità interessanti che (forse) non sai sulle mappe geografiche….

smartphone 2 euro

1. La mappa più costosa del mondo
Intitolata Universalis Cosmographia, stampata nel 1507, è la prima mappa cartacea del mondo, dove compare il nome America.
Nel 2003 è stata acquistata dalla Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti, pagandola la cifra record di 10 milioni di dollari, dal cartografo tedesco Martin Waldseemüller.

garcinia cambogia funziona davvero

Universalis Cosmographia

2. Collezioni di mappe
A detta degli esperti di settore, senza dubbio la più bella collezione di mappe al mondo si trova a Parigi, nella Bibliothèque Nationale de France che ne ha 36 mila di cui molte rare. La Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti è invece la più imponente che vanta ben 5 milioni e mezzo di mappe.

3. La prima mappa moderna
Si trova nel Rudimentum Novitiorum ed è la mappa della Terra Santa. Un’enciclopedia della storia del mondo pubblicata nel 1475, è considerata la prima mappa stampata moderna. Non a caso una copia del libro è stata venduta l’anno scorso a oltre 600 mila euro. Risalgono invece al 12esimo secolo le prime mappe manoscritte.

mappa terra santa

4. Le città inesistenti
Soprattutto degli Stati Uniti sono numerosissime mappe antiche che contengono città inesistenti.
Le città sono state inventate dagli stessi cartografi che hanno creato le mappe per riuscire a cogliere in fallo i falsari che gliele copiavano
(eh si proprio così, anche anticamente esistevano i falsari doc!).

5. La scoperta del mondo con Google Earth
Milioni di carte e mappe genografiche ma diverse scoperte non sarebbero state possibili senza Google Earth.
Tra queste:

– due piramidi egiziane scomparse e ritrovate dalla ricercatrice Angela Micol
– lo Xian Ren Qiao in Cina il più grande ponte naturale della terra
– Google Forest un’intera foresta pluviale in Mozambico

rhino correct naso rinoplastica

Cari lettori conoscete altre curiosità sulle mappe oltre quelle elencate ?.

Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •