VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/5 (1 voti ricevuti)

Maldive

Se andate su Google Immagini e scrivete “isole Maldive”, troverete fotografie meravigliose, con spiagge dalla sabbia finissima e bianca, illuminate dal sole splendente e ville faraoniche private immerse nel verde. Ma questo paradiso terrestre ha anche uno scheletro nell’armadio, ovvero un’isola artificiale creata appositamente per sversare ogni giorno rifiuti.

airbed materasso gonfiabile

La regista e surfista Alison Tela è andata a scoprire “Thilafushi”, nominata anche “Isola Spazzatura” delle Maldive, ed è rimasta sconvolta nell’osservare un enorme agglomerato di immondizia, come potete notare dalle foto poste in questo articolo.

Lo stato delle Maldive non è in grado di eliminare la propria pattume nelle discariche, a differenza nostra. Non avendo un luogo in cui smaltirla, la popolazione ha deciso di portare la loro spazzatura in una laguna disabitata.

Tutti i giorni migliaia di tonnellate di prodotti solidi e tossici, provenienti dalla capitale Malè e dai suoi hotel lussuosi, vengono portati a Thilafushi. Spazzatura, specialmente quella in plastica, viene trascinata poi dalle correnti marine in ogni oceano del pianeta.

idee regali curiosi su amazon
airbed materasso gonfiabile

thilafushi maldive maldive spazzatura Maldives tsunami waste alison thilafushi spazzatura

Questa è solamente una delle tante isole di spazzatura, ma la realtà è che ci sono altre 1200 isole ridotte in queste bruttissime condizioni. Inoltre è possibile vedere la notte delle luci derivanti da focolai di rifiuti che bruciano, rilasciando sostanze nocive nell’aria.

Che dire… Non tutto è oro quello che luccica!

Thilafushi l'isola spazzatura delle Maldive, 5.0 out of 5 based on 1 rating
airbed materasso gonfiabile